BLACK FRIDAY: offerte imperdibili su tutti i corsi fino al 30 Novembre

L'abilità più importante per il fotografo

Qual è l’abilità più importante da sviluppare migliorare la propria fotografia?  

 

In questo articolo parliamo della competenza che sta alla base di tutte le altre, il fondamento sul quale dovrebbero poggiare tutti gli altri argomenti rilevanti per un fotografo: tecnica, illuminazione, posing, creatività e color harmony ecc.. 

Questa pratica non richiede un grandissimo impegno e siamo certi che vi aiuterà a migliorare velocemente. Devo confessare che questo argomento ci entusiasma molto, sia perché lo riteniamo molto importante, sia perché troviamo che se ne parli troppo poco.

A nostro parere l'osservazione è l’abilità più importante per il fotografo e per tutti i creativi in generale. Attraverso l'osservazione è possibile migliorare drasticamente la propria fotografia, senza fare fisicamente pratica con la macchina fotografica! 

Adesso ti domanderai: perché l’abilità più importante per un fotografo è proprio l’osservazione?

L’osservazione si equivale allo studio, ma è una di quelle pratiche molto più facili, in cui puoi tranquillamente sederti su una sedia e osservare, o scene di vita vera o immagini create da grandi artisti. Quando osserviamo, educhiamo il proprio occhio al bello, alla luce, alla composizione e via dicendo. Questo esercizio è molto potente ed efficace per la nostra fotografia, ma allo stesso tempo va messo in pratica per bene, scegliendo con cura le giuste fonti da studiare.

L'osservazione è un allenamento, e anche i grandi maestri dell’arte lo hanno da sempre fatto. Pensiamo a Leonardo Da Vinci, il quale era ben noto per il suo spirito d’osservazione. Questo gli permetteva di assorbire tante informazioni da ciò che lo circondava: luce, forme, colori, proporzioni ecc. e trasportarlo nelle sue opere.

Da un sondaggio tenuto nelle storie di Instagram del profilo della fotografa di moda e docente di fotografia Azzurra Piccardi, alla domanda "quale fosse l’abilità più importante per un fotografo", sono emersi due interessanti angoli che ci hanno entusiasmato molto: 

  • da una parte abbiamo trovato alcuni argomentazioni e spunti molto interessanti, ma dall’altra;
  • la maggior parte delle persone non ha individuato l'osservazione come elemento chiave, dando per scontata la risposta.

La verità è che non ci dovrebbe essere niente di scontato nell'osservazione. Per questo attraverso questo articolo, e il video live tenuto da Azzurra che trovi poco sopra, abbiamo ora l'opportunità di dare un punto di vista diverso e uno spunto in più su cui riflettere. 

Questo è un argomento che ci preme molto, perché riteniamo essere fondamentale per il miglioramento della propria fotografia. Abbiamo la riprova di quanto diciamo in quanto Azzurra, avendolo provato sulla sua fotografia, ha notato un miglioramento sostanziale del proprio lavoro nel momento in cui ha iniziato ad applicare in pratica l'esercizio d'osservazione

Ora ti sembrerà che che ci stiamo sbilanciando in grandi promesse, lo sappiamo, ma l’osservazione, a nostro parere, è così significativa che siamo certi potrà essere un ottimo alleato per la crescita della tua fotografia.

La fotografia non è composta da un solo elemento, ci sono una serie di tasselli che devono essere presenti e posizionati al punto giusto, affinché si crei un immagine bella e memorabile, ma tra tutti questi tasselli, l’osservazione è il più importante. 

Capiamo perché. 

Questo semplice atto, è capace di influenzare in maggior misura il nostro lavoro, però affinché influenzi positivamente e porti a un cambiamento, deve essere fatto con criterio e consapevolezza.

Ciò significa che è importante scegliere le giuste referenze di studio.

Più le referenze che osserviamo sono di livello e più la nostra mente viene educata con immagini di qualità e le identifica come belle, corrette e le prende come punti di riferimento. Questo è anche il motivo per il quale dovremmo sempre scegliere il nostro insegnante per il lavoro che realizza, per la sua fotografia, per la qualità che ha raggiunto la sua fotografia. Allo stesso modo le giuste referenze educano il nostro occhio al bello e modificano la nostra percezione.

Quindi la chiave sono riferimenti di grande livello per assorbire il massimo e avanzare la nostra crescita rapidamente.

Ma prima, facciamo un passo indietro, definiamo velocemente cosa si intende per osservazione: le varie modalità che esistono, per cosa è utile in fotografia, quali sono i vantaggi che comporta e infine i consigli per migliorarla.

Osservare, è un processo che tutti noi facciamo, ma ognuno di noi ri-elabora le informazioni di ciò che vede in maniera diversa, estraendo dati diversi che sono rilevanti per la persona che sta osservando. 

Per cui essenzialmente una buona capacità di osservazione è quella pratica che ti permette di estrarre quante più informazioni possibili da ciò che vedi e fissarle nella tua mente. Una buona osservazione aiuta a costruire una libreria visiva e con il tempo e la pratica aumenta il ritmo con cui vengono assorbite le informazioni. La biblioteca visiva ha una grande rilevanza per il fotografo e qualsiasi artista in generale, perché è il fondamento sul quale si basano tecnica, illuminazione, composizione, posing, post produzione ecc.

Immagina una persona cieca dalla nascita che non ha mai visto niente, non potresti mai parlarci utilizzando dei riferimenti visivi, perché la sua libreria è probabilmente vuota e non capirebbe. E' un po' come un bambino appena nato. Se non si ha una libreria visiva non si hanno visual di riferimento, l'occhio non è educato al bello, non si hanno informazioni a cui attingere per creare e non sappia fisicamente cosa si intende per bello.

E’ un po’ come cucinare senza ingredienti. 

Per fare un altro esempio pensala come il personaggio di un videogioco, più vai avanti con gli schemi e più il personaggio si attrezza e diventa potente e più sarà invincibile, un qualcosa del genere.

Per cui più grande è la tua libreria visiva e più il tuo bagaglio culturale sarà bello fornito e meglio attrezzato sarai come artista/fotografo.

Logico, no?

La tua libreria visiva si espanderà naturalmente con il tempo, ma se dedicherai del tempo specifico a questa pratica, vedrai che la tua fotografia migliorerà in maniera esponenziale. Questa purtroppo è una pratica che spesso viene trascurata, data per scontata, anche perché spesso risulta essere controintuitivo per tanti fotografi pensare di migliorare senza utilizzare la macchina fotografica. 

Solitamente si pensa che il miglioramento derivi solo dalla pratica sul campo, certo, anche questo è un aspetto da tenere presente, ma dovrebbe andare di pari passo con l’osservazione e l’educazione visiva.

Per migliorare la qualità del proprio lavoro il nostro suggerimento è quello di dedicare tanto tempo quanto quello che dedichiamo allo studio della teoria e della pratica. Lo consigliamo a tutti i nostri studenti, per questo abbiamo messo a disposizione un documento dove Azzurra ha messo insieme una lista di referenze da studiare. Al suo interno troviamo fotografi che hanno scritto la fotografia di moda classici e contemporanei, registi, big player del settore dell’industria della fotografia di moda, trovi il link al download gratuto qui di fianco.

Ma perché è importante l'osservazione per il fotografo? 

Per vari motivi, tra cui:

  • Aiuta a costruire competenza grazie alla libreria visiva, si spera
  • Aiuta a educare l’occhio al bello
  • Aiuta a vedere la luce
  • Aiuta a anticipare le azioni delle persone e catturare il giusto momento
  • Aiuta a migliorare la composizione

 Ora ti domanderai, tutto super interessante ma come si pratica nello specifico l’osservazione? Come la miglioriamo?

Allora prima di tutto diciamo che ci sono due tipi di osservazione

  • Osservazione dei modelli
  • Osservazione di genere

L’osservazione dei modelli sta a indicare lo studio dei grandi autori. Per autori non intendiamo solo fotografi classici e contemporanei, ma anche pittori, scultori, artisti, registi e tutte quelle figure che creano un qualcosa di alto livello, dalla quale possiamo trarre ispirazione e che sia rilevante per il nostro genere fotografico. 

Prova questo esercizio: dedica 30 minuti al giorno per un mese intero ad osservare le fotografie dei grandi fotografi classici e contemporanei ti meraviglierai nello scoprire di quanto ne gioverà la tua fotografia in così breve tempo!

Se sei interessato al segmento della fotografia di moda, puoi scaricare il documento di cui ti parlavamo prima nello spaazio di fianco a questo articolo.

Mentre l'osservazione di genere è quel tipo di osservazione che arriva dal mondo reale e ci permette di comprendere la luce, la composizione, anticipare un’azione per catturare il giusto momento e vedere il bello in tutte le situazioni.

Entrambe sono importanti, ma ritengo che l’osservazione dei modelli sia decisamente più importante per costruire quel database mentale dal quale attingiamo anche per ispirarci e elaborare concetti creativi, oltre che a educare l’occhio al bello.

4 consigli per migliorare lo spirito di osservazione:

  • C’è una grossa differenza tra vedere e osservare, assicurati sempre di osservare quando studi e non limitarti solo a vedere. Infatti non è molto utile sedersi a semplicemente guardare fotografie, perché questo non ti permette di fissare grandi informazioni nella tua mente. Piuttosto sii curioso di osservare con uno scopo in mente. Per fare un esempio, comprendere la luce in una fotografia oppure la sua composizione. Questo fa un’enorme differenza, perché se il cervello non ha uno scopo ben specifico, scarterà velocemente le informazioni che gli propini, perché non le ritiene interessanti.
  • Per questo motivo suggeriamo sempre di studiare soggetti che siano piuttosto rilevanti con il segmento fotografico di cui ci si occupa, perché aiuterà il cervello alla concentrazione. Per fare un esempio, se ti occupi di fotografia moda, osserva immagini inerenti a questo mondo, non ha senso studiare immagini che non sono rilevanti e casuali, perché il cervello li riterrà noiose.
  • La conoscenza e la specializzazione di un argomento porta a una migliore osservazione del proprio lavoro e a identificare eventuali errori e dunque a correggere la tua fotografia. Un occhio allenato con una libreria visiva maggiore, sarà in grado di individuare per esempio, problemi di illuminazione e migliorarla di conseguenza.  Più osserviamo, più impariamo, più miglioriamo, è una spirale virtuosa che cresce verso l’alto. 
  • L'ultimo consiglio è forse più un invito, cioè quello di praticare con consapevolezza l’osservazione di modelli. Quindi mettiamo da parte il cellulare e dedichiamo del tempo all’osservazione attiva permettendo alla tua mente di acquisire quante più informazioni possibili.

A proposito di abilità, siamo felici di invormarti sul fatto che il 29 settembre lanceremo un nuovo progetto formativo con Imagery Academy. Non si tratta di un percorso formativo come quelli che facciamo di solito verticali e specializzanti, ma è un progetto all’interno del quale trovera tanto valore, ispirazione e formazione orizzontale sul mondo della fotografia di moda, beauty e ritratto. Non possiamo dirti altro per il momento, se non che il prossimo venerdì (9 settembre 2022) sveleremo il nome del progetto durante la live di Azzurra Piccardi!

In conclusione, crediamo fermamente che l'osservazione sia l'abilità più importante da implementare per un fotografo che voglia migliorare la propria fotografia.

Per questo ti invitiamo da oggi a provare la teoria di Azzurra e magari se ti fa piacere facci sapere come ti va! Ricorda solo di scegliere sempre la giusta fonte di ispirazione, non foto mediocri che si possono trovare nel web. Scegli di osservare i grandi, in qualsiasi settore essi si trovino ma scegli i top, solo allora noterai un netto miglioramento nella tua fotografia, perché è questione di visione e occhio.

You deserve to shine!

 

 
Close

50% Complete

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per seguire la nostra formazione gratuita, le novità sui corsi che stiamo lanciando, aggiornamenti e curiosità dall'industria della fotografia.