BLACK FRIDAY: offerte imperdibili su tutti i corsi fino al 30 Novembre

Guida alla composizione fotografica

In questo articolo scoprirai cosa significa la composizione fotografica, perché è importante e come applicare la composizione fotografica alle tue fotografie e rendere la tua comunicazione visiva più accattivante.

Per prima cosa vediamo che cosa si intende per composizione in fotografia.

La composizione fotografica è il modo in cui vengono disposti gli elementi dell'immagine all'interno dell'inquadratura. La collocazione dei soggetti o degli oggetti all'interno di questo spazio inizialmente può sembrare semplice, ma ti posso assicurare che non lo è affatto.

Infatti la composizione è tutt'altro che facile, perché ricopre da sempre un ruolo molto importante nella comunicazione visiva in fotografia.

Per fare un esempio, nella fotografia di moda, può capitare che tutto sembri perfetto, come modella, styling, trucco, parrucco, luce, location, ma se la composizione è mediocre, o peggio ancora pessima, la fotografia non funzionerà e sarà un fallimento.

Per questo motivo è importante padroneggiare la composizione fotografica, in modo da ottenere fotografie memorabili.

Il segreto per scattare una bella immagine non è dato solo dalla sua perfezione tecnica (tempo di scatto, apertura diaframma, sensibilità sensore), ma anche, e soprattutto, dalla sua emotività, cioè dalla sua capacità di trasmettere emozioni al fruitore.

Essere un fotografo significa essere in grado di comunicare ed esprimere un concetto, raccontando attraverso le immagini.

Ma com'è possibile esprimersi correttamente se non sappiamo le basi del linguaggio fotografico?

Convieni con me che è come voler scrivere l'italiano, senza saperne la sua grammatica. Per questo motivo, attraverso questo post getterò le basi della composizione fotografica, in modo da permetterti di selezionare lo stile compositivo più appropriato e darti le fondamenta per ottenere un ottimo scatto.

La composizione fotografica, e come questa viene gestita, è di cruciale importanza per due motivi:

  1. Per l'aspetto e lo stile personale del fotografo.
  2. Per il successo della comunicazione visiva del prodotto e/o concetto e per come viene raccontato.

La definizione completa di Composizione Fotografica secondo Wikipedia è: Con il termine di composizione fotografica si intendono tutte le decisioni prese dal fotografo, al momento dello scatto, riguardo alla scelta del soggetto da rappresentare e alle sue relazioni con l'ambiente circostante (sfondo). 

Per questo, gli elementi da organizzare sono:

  • Il soggetto/oggetto > argomento principale
  • La contestualizzazione > serve a raccontare qualcosa. Qui lo sfondo può essere:
    • integrato (a fuoco),
    • didascalico (sfuocato),
    • neutro (su fondale, non aggiunge niente al racconto)

Semplicità vs complessità

Scegliendo una composizione semplice, stiamo deliberatamente cercando di attirare l'attenzione dell'osservazione sul soggetto/oggetto. Infatti la semplicità e il minimalismo portano via "elementi di disturbo" (ma anche di narrazione), e aiuta a focalizzarsi maggiormente sul prodotto.

Scegliere la semplicità non implica affatto che una fotografia abbia meno profondità o conferisca meno interesse, rispetto a un'immagine complessa. Fotografie più complesse possono avere uno storytelling più completo e possono conferire più curiosità. Questo tipo d'immagine è utile per comunicare emozioni o uno stile di vita.

Quando la composizione, che sia complessa o semplice, funziona nel suo insieme e riesce a conferire il messaggio prefissato, allora si tratta di un'immagine di successo.

Tuttavia più elementi inseriamo nella scena e più sarà difficile gestirli in armonia per farli funzionare nel loro insieme. Se la loro gestione non è appropriata, la comunicazione visiva potrebbe venire compromessa.

Sia che tu scelga una composizione semplice o che tu scelga una composizione complessa tieni sempre presente i seguenti elementi per far si che la tua fotografia funzioni:

  • Destinazione d'uso
  • Tipo di messaggio
  • A chi stai parlando
  • Cosa vuole comunicare il brand/azienda/cliente singolo

 

Le Regole

Adesso che abbiamo capito che cos'è la composizione fotografica e visto come approcciarla, per  imparare a organizzare al meglio tutti gli elementi della nostra immagine esistono delle regole che possono aiutarci.

E' importante conoscerle e imparare a padroneggiarle per capire in quale scena funzionano meglio e come possono supportarci per valorizzare il nostro soggetto o oggetto fotografato.

Tali regole sono:

  • SEZIONE AUREA
  • SIMMETRIA DINAMICA
  • REGOLA DEI TERZI

 

LA SEZIONE AUREA

Nata dalla famosa serie numerica di Fibonacci (matematico del XII secolo), in cui ogni numero è la somma dei due numeri precedenti (1-1-2-3-5-6-13-21-34 ecc.)

Osservando il rapporto tra i numeri della serie come ad esempio 5:3 oppure 8:5, il risultato della loro divisione si avvicina a 1,618034. Tale numero è chiamato il numero aureo, o proporzione aurea, ed è considerato il simbolo della perfezione nelle proporzioni.

Quindi tutto ciò che ha proporzioni simili alla proporzione aurea è percepito come bello dalla maggior parte delle persone (per fare un esempio il rapporto tra la lunghezza e la larghezza di un volto)

La proporzione aurea è stata utilizzata per secoli in architettura e nell'arte ed è stata la guida per definire le proporzioni in generale.

La sua importanza è fondamentale. Basti pensare che il numero della proporzione aurea è il punto di partenza di diversi schemi compositivi, quali:

  • Il rettangolo aureo (a)
  • la spirale di Fibonacci (b)
  • la diagonale aurea (c), dalla cui evoluzione viene definita la simmetria dinamica.

 

 

SIMMETRIA DINAMICA

Quando si parla di composizione sappiamo bene quanto siano importanti le linee e i punti chiave per posizionare correttamente il soggetto.

Vediamo nello specifico come funziona lo schema compositivo chiamato simmetria dinamica.

Come noterai i punti di interesse assomigliano a quelli della regola dei terzi (che se sei un fotografo conoscerai sicuramente, se invece non la conosci continua a leggere, ne parlo in seguito).

Tuttavia se osservi bene tali punti sono leggermente spostati, rispetto alla regola dei terzi, e questo viene enfatizzato anche dal tipo di formato fotografico che stiamo utilizzando.

La caratteristica principale della simmetria dinamica è quella di creare una tensione visiva, per questo le composizioni fotografiche che adottano questa regola risultano molto più attraenti per l'occhio umano.

 

LA REGOLA DEI TERZI

La regola dei terzi è sicuramente la tipologia di composizione fotografica più conosciuta , più semplice, facile e immediata da applicare.

Si considera un'applicazione semplificata della sezione aurea. E' basata su una griglia di due linee parallele orizzontali e 2 linee verticali, equidistanti tra loro, che si intersecano formando dei riquadri. I punti di intersezione sono i punti chiave e sono considerati i punti di maggior interesse per l'occhio umano, quelli che catturano lo sguardo dell'osservatore.

Sfruttare la regola dei terzi significa posizionare il soggetto in prossimità di uno di questi 4 punti per conferirgli maggiore importanza.

Questa regola compositiva è la più insegnata in fotografia, tuttavia molti fotografi trovano questi punti troppo statici rispetto a quelli della simmetria dinamica.

Queste sono le 3 principali regole di composizione fotografica da tenere presente, ciò nonostante per ottenere un'immagine di successo non basta solo attenersi a queste regole.

Ci sono altri elementi che entrano in gioco a supporto della composizione che aiutano a guidare lo sguardo di chi osserva. L'occhio infatti ricerca e segue naturalmente le geometrie all'interno delle immagini, come punti, linee e forme.

Un punto

Si tratta di punto quando un oggetto o soggetto è isolato, lontano o inserito in uno sfondo omogeneo. Il punto attrae l'attenzione dell'osservatore, perché in contrasto con il resto del fotogramma. 

Se tale punto/soggetto/oggetto (protagonista dell'immagine) viene messo al centro del fotogramma produce una composizione monotona e calma, come solitamente si usa su Instagram. Se invece viene messo di lato al fotogramma questo produce un effetto dinamico.

Linee guida

Aiutano a guidare il fruitore all'interno di un immagine. Esistono linee guida naturali e linee giuda geometriche intuite.

Le prime sono quelle che esistono nella scena, come strade, pareti, ponti, edifici ecc. Le seconde, quelle intuite, non esistono fisicamente sulla scena ma sono quelle disegnate idealmente dal nostro cervello. 

Possono essere di vario genere: orizzontali, verticali, diagonali. In ogni caso, come per quelle naturali è importante saperle sfruttare bene per veicolare il messaggio, perché se non usate accuratamente c'è il serio e concreto rischio di fuorviare l'osservatore.

Certo, perché ogni linea conferisce una sensazione diversa:

  • Orizzontale: sensazione di ordine, staticità, tranquillità.
  • Verticali: immagine più dinamica, se paragonate alle orizzontali.
  • Curve: tensione dinamica e instabile.
  • Diagonali: le più dinamiche, conferiscono profondità.

    

Quando si crea un'immagine può capitare di non sapere bene come organizzare al meglio tutti  gli elementi che la compongono. In questi casi è consigliabile l'utilizzo delle forme geometriche, ecco cosa puoi comunicare con il loro impiego:

  • Triangolo: dimanismo
  • Quadrato: equilibrio
  • Cerchi: staticità

  

 

Infine, ma non meno importanti, voglio suggerire altri 3 aspetti da tenere presente per scattare un'ottima fotografia, sia a livello compositivo che comunicativo:

  • Il punto di vista (punto di inquadratura, detto spesso anche POV, Point Of View)
  • La prospettiva di ripresa (la lunghezza focale, dunque la scelta del giusto obiettivo sulla base della comunicazione)
  • La profondità di campo (quanto vogliamo che la fotografia sia descrittiva e didascalica o meno)

Questi sono gli aspetti basilari e più importanti da considerare per la buona riuscita di uno scatto di successo e soprattutto per la sua comunicazione efficace.

Spero che questo articolo di sia stato di supporto, ti invito a provare tutti gli elementi menzionati e trovare quelli che meglio si confanno al tuo lavoro. 

A presto

You deserve to shine!

Azzurra Piccardi

 

Close

50% Complete

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per seguire la nostra formazione gratuita, le novità sui corsi che stiamo lanciando, aggiornamenti e curiosità dall'industria della fotografia.